studio grafico

A cosa serve un grafico se puoi fare tutto da solo?

Con il proliferare dei tools gratuiti e dei tutorial, reperibili in rete, sul come fare cosa, va da sè che risparmiare circa 40 euro all’ora da corrispondere ad un grafico fa molto comodo.

Tuttavia, ci sono molti tuttavia di cui tenere conto e non parlo solo della qualità delle immagini e dell’impaginazione. Perchè magari sei anche diventato bravino o, più semplicemente, sei un buon osservatore, una persona dotata di buon gusto e un ottimo comunicatore.

Se unitamente a questo, però, non conosci bene le procedure di stampa, i dettagli tecnici che fanno la differenza e le tecniche con cui avvengono le lavorazioni, potresti incappare in qualche fastidioso inconveniente.

Lo spunto per scrivere di questo argomento, l’ho preso mentre confrontavo alcuni service di stampa on-line. Per farmi un’opinione sono andata a leggere un po’ di recensioni e ho notato che molte delle recensioni negative hanno un denominatore comune: i file inviati non rispettano le linee guida.

color-fan-541630_1920Ecco a cosa serve un grafico.

A farti rispiarmiare il tempo e il denaro che perdi quando ti occupi di qualcosa per il quale non hai la totale competenza. A farti risparmiare tutte le imprecazioni che urlerai quando troverai testi tagliati, colori che non corrispondono, etc.

Ora non ti dirò che devi trovarti un grafico di fiducia, ma ti regalo un po’ di suggerimenti utili per la prossima volta che vorrai farti il volantino fai da te:

  • Leggi sempre attentamente le linee guida e rispetta misure, abbondanze richieste, risoluzione del file, metodo colore richiesto;
  • Se stai preparando un file per una stampa grande formato, puoi alleggerire il lavoro del tuo computer preparando un file a soli 150dpi; ma se stiamo parlando di piccolo formato, non puoi, per nessuna ragione al mondo, scendere sotto i 300dpi;
  • Se devi stampare del blu e invii il file in rgb, inutile che tu vada a scrivere peste e corna nelle recensioni perchè la stampa ti è arrivata viola. I file per la stampa devono essere in quadricromia;
  • Se stai realizzando un pieghevole, sarà più semplice centrare ogni singola facciata se ti aiuti posizionando le guide nelle linee di taglio e in quelle di piega;
  • Prima di inviare il file, stampalo con la stampante per verificare che non vi siano errori di impaginazione grossolani o errata attribuzione della misura ai font.
  • Prendi spunto dai lavori fatti dai professionisti. Se proprio vuoi fare da solo, fatti ispirare da qualcosa che è stato fatto bene.

E ricorda che quando hai un malessere persistente vai dal medico, non sperimenti cure fai da te.

Salva

Debora Pignatari

websitefacebooktwitter

Opero nel settore della grafica pubblicitaria dal 1999 fornendo una consulenza aziendale che inizia con il progetto grafico ed arriva al prodotto/mezzo di comunicazione finito. Ho iniziato ad usare i social media per diletto ed ho colto il Web 2.0 come opportunità e naturale evoluzione della mia professione.